DA VEDERE A CAPOCASTELLO

11700540_1478150035811403_6186419309829253970_oIl territorio di Mercogliano è ricco di monumenti e luoghi ameni da visitare durante il giorno, prima
di tuffarsi nell’atmosfera magica e picaresca di Castellarte.
Capocastello, infatti, altro non è che il borgo medievale che sorgeva attorno all’antico Castello di
cui restano consistenti tracce e rovine.

I luoghi più suggestivi del borgo sono:

Porta dei Santi o Porta del Piede o Porta Maggiore
Chiamata oggi Porta dei Santi, segna l’ingresso all’antico Castello ed è una delle due porte
superstiti che chiudeva la cortina muraria che un tempo circondava il borgo. Il nome “dei Santi”
deriva dall’affresco, rappresentante i santi protettori del paese, Modestino, Fiorentino e Flaviano

Chiesa di San Francesco – La chiesa è stata eretta nel XVII secolo, riccamente decorata con
marmi policromi, stucchi floreali e da un prezioso coro ligneo che corre lungo la navata della
chiesa.

Chiesa di San Pietro e Paolo – Le notizie relative alla chiesa risalgono al 1186. Un terribile
incendio, nel 1656, colpisce l’intero paese e non risparmia la chiesa di S. Pietro che subisce gravi
danni alla struttura e alla decorazione interna. Il soffitto è stato decorato dal pittore napoletano
Giuseppe Scala nel 1725.

Chiesa dell’Immacolata Concezione -Situata nella parte più alta del paese, l’origine di questa
chiesa si colloca tra la fine del XVI secolo e l’inizio del XVII. Al centro del soffitto vi è un grande
quadro dell’Immacolata dipinto dal pittore salernitano Michele Ricciardi nel XVIII secolo.

Antiquarium – Inaugurato nel 2009, ha avuto il riconoscimento d’Interesse Regionale. Conserva al
suo interno reperti archeologici provenienti dal Castello di Mercogliano, i più antichi risalgono al
periodo angioino-aragonese.

Leave a comment